7/9/14

Sardegna: Gramsci torna a casa

Ghilarza, en Cerdeña, Italia
Enrico Lobina   |   Per raggiungere Ghilarza da Cagliari si deve prendere la strada statale 131, intitolata a Carlo Felice, uno dei regnanti piemontesi che più odiava la Sardegna ed i sardi. Era razzista ed ignorante nei confronti della Sardegna, ma ancora oggi la nostra strada più importante è a lui dedicata. Emblema di un rapporto difficile con la storia, che la “Ghilarza Summer School 2014″, la prima scuola internazionale di studi gramsciani, prova a ricostruire. Ripartendo dal sardo più importante del novecento, e per molti di tanti altri secoli.

Gramsci torna a casa. A Ghilarza, paese dei piccaperderis (lavoratori della pietra) che arrivarono sino alla piazza Rossa di Mosca, Nino Gramsci trascorre la sua infanzia e l’adolescenza, prima di trasferirsi a Cagliari. La casa museo Antonio Gramsci, in collaborazione con la Fondazione Istituto Gramsci e la International Gramsci Society (Igs) ha l’ambizione, con questa scuola, di diventare “il punto di riferimento mondiale per gli studi gramsciani”.